V-Visitors – Originale e apocrifo

V-Visitors nasce come una mini-serie televisiva in due puntate della NBC, e fu trasmessa per la prima volta nella primavera del 1983. Fu una produzione da 13 milioni di dollari dell’epoca, non certo pochi per un prodotto televisivo della durata di tre ore. 
Il film fu ideato, scritto e diretto da Kenneth Johnson, all’epoca showrunner  di punta e con alle spalle successi come  L’incredibile Hulk, L’uomo da 6 milioni di dollari, La donna bionica. Capisaldi dell’epoca, ma che confinavano Johnson a regista e sceneggiatore per quel tipo di prodotti. 
Fu per fare il “grande salto” che nel 1981 il regista propose alla NBC una sceneggiatura “impegnata” tratta dal romanzo del 1934 It can’t happen here di Sinclair Lewis, e in cui si raccontava di un’eventuale dittatura nazista negli Stati Uniti. Ma la NBC rifiutò il progetto, volendo da lui qualcosa di più “accattivante”, che andasse incontro ai gusti di quel periodo. Fu così che Johnson ebbe la geniale intuizione di adattare quella stessa sceneggiatura in chiave fantascientifica immaginando una dittatura aliena
Il resto è storia. 
E non una bella storia, se la vediamo dal punto di vista di Kenneth Johnson, l’unico vero autore del franchise e che ha sempre disconosciuto tutto quello che è venuto dopo quella miniserie in due puntate, dichiarando che l’idea originale, così come era stata concepita e sviluppata da lui, non ha mai visto la luce. 

Gli scazzi sono iniziati già durante la realizzazione del seguito in tre puntate, V: The Final Battle, girato l’anno dopo. Kenneth Johnson lasciò la produzione ancor prima dell’avvio delle riprese, per via dei tanti rimaneggiamenti alla sua sceneggiatura. 
Dopo il successo clamoroso delle prime due puntate (si narra che raggiunse il 41% di share) la NBC voleva rendere la serie un po’ più “cazzara”, (cercando di strizzare l’occhio al pubblico giovanissimo) per poterla “brandizzare” e sfruttare al meglio anche attraverso il merchandising, l’autore invece voleva dare alla serie un tono più serioso e più dark, concentrato soprattutto sulla metafora del Nazismo e della Resistenza, che era l’idea di base del progetto. Johnson era così contrariato dalle ingerenze della NBC e dalla piega che si voleva dare alla serie, che addirittura rifiutò di accreditare il suo nome alla produzione della seconda miniserie, preferendo usare uno pseudonimo per il contributo di base che già aveva dato. 

La NBC deteneva purtroppo i diritti di sfruttamento del brand, e il brand lo sfruttò troppo e male. Con Kenneth Johnson estromesso dalla produzione, già nello stesso anno dopo la messa in onda della seconda miniserie (anche questa di grande successo) la rete avviò il progetto di una lunga serializzazione che si rivelò poi un clamoroso flop.

Ma andiamo per ordine:
L’unico prodotto televisivo originale dei Visitors è il film TV “V-The original Miniseries” (V sta per “Victory” non per “Visitors” come si tende a credere) del 1983, andato in onda in due puntate sulla NBC e che porta la firma di Kenneth Johnson alla regia e alla sceneggiatura. 
Tutto quello che in televisione verrà dopo, secondo Johnson, è da considerarsi apocrifo.
E cioè:

  • La miniserie V: the Final Battle del 1984 (In cui si assistette al controverso parto gemellare “alieno” e alla vittoria sui Visitatori grazie a un veleno diffuso nell’aria). 

(In italia le due miniserie sono arrivate in un unico “pacchetto” ribattezzato “V-Visitors”, trasmesso in 5 puntate dall’Ottobre del 1984 su Canale 5).

  • La serie in 19 puntate “V – The Series” trasmessa anche questa dalla NBC nel 1985 che, come già detto, si rivelò un insuccesso. Approdò in Italia qualche mese dopo, sempre su Canale 5, con altrettanto scarso successo. 
  • Il reboot del 2009 ad opera della ABC e che dopo l’incoraggiante audience delle prime puntate, non è durato più di due brevi stagioni, fu interrotto senza un finale. Arrivato anche in Italia sul circuito Mediaset.

Ad aggravare (o forse a risolvere) la confusione in questo universo, tra originale e apocrifo, è il materiale narrativo, libri che sono stati scritti anche dallo stesso Johnson e che apparentemente sarebbero il seguito della storia cosí come era stata concepita in origine. Se vogliamo infatti sapere come continuò la “storia” di questa occupazione rettiliana cosí come fu ideata dal suo autore originale, dobbiamo ricorrere all’editoria (estera).
Esistono decine e decine di libri ambientati nell’universo narrativo dei Visitors ma sono solo due quelli che possono essere ritenuti “importanti”, anzi fondamentali:

  • V The Original Miniseries” di A.C. Crispin, che è il Romanzo Ufficiale delle due miniserie, raggruppate in unico volume. Nella nuova edizione del 2008, tuttora in commercio, vi è contenuta una seconda parte alternativa scritta da Kenneth Johnson che riprende la storia più o meno da quando termina la prima miniserie e la prosegue secondo quello che per lui era il progetto originale.
  • V – The Second Generation” nel quale Kenneth Johnson racconta i fatti vent’anni dopo dal primo finale. Anche questo pubblicato nel 2008.

Questi libri, per quanto mi risulta, non sono mai stati tradotti in Italia.

Esiste inoltre una collana di fumetti della DC Comics, pubblicata nel 1985, in cui si racconta di personaggi alternativi dello stesso universo narrativo dei Visitors. Ma che non tolgono e non aggiungono nulla alla storia principale. 

E’ seguendo la sua idea originaria e i modi in cui intendeva svilupparla che l’autore si impegnò, con grande caparbia, nel portare sul grande schermo una trilogia che potesse finalmente raccontare la storia così come era stata concepita.
Il progetto fu confermato nel Febbraio del 2018. Il primo film doveva approdare nei cinema alla fine del 2019. E’ stato lo stesso Kenneth Johnson a rivelarlo entusiasta ai media. 

Ma ho il timore che il progetto si sia arenato, visto che da quell’annuncio di quasi due anni fa non se ne è saputo più nulla.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...